L'associazione


L’Associazione Culturale Cortocircuito è stata costituita a fine 2016 da un gruppo di ragazzi saviglianesi, dopo l'esperienza positiva della I edizione del festival di cortometraggi Cortocircuito, nato nell'ambito della Consulta Giovani del comune di Savigliano con il contributo della Fondazione CRS.

La mission dell'Associazione risiede nella «organizzazione non lucrativa di eventi, manifestazioni e altre attività intese alla diffusione e alla promozione nel territorio della cultura cinematografica».

Il principale impegno dell’Associazione consiste nell’annuale realizzazione del Cortocircuito – Savigliano Film Festival, mossa da un duplice obiettivo:

  • rendere la città scenario di una rassegna cinematografica che sia legata al territorio, lo valorizzi e contribuisca a far rete tra i suoi molteplici soggetti;
  • offrire un'opportunità accessibile a tutti i cineasti per esprimere il proprio talento e passione.

Accanto al Festival, l’Associazione organizza una serie di eventi collaterali nell'ottica di collaborare con le differenti realtà locali:

  • eventi di avvicinamento alla kermesse (anteprime, collaborazioni con altri festival locali e non, come il Valsusa FilmFest nel 2016, ecc.);
  • proiezioni estive (autonome e nell'ambito della programmazione di realtà quali Estate in Città, Archivio Storico, Oasi Giovani ONLUS, ecc.);
  • serate a tema (rassegne di corti d’autore, proiezioni speciali, presentazione di libri, ecc.).


Per tutti gli interessati e coloro che intendono semplicemente dare un contributo economico diretto alla realizzazione di tutto ciò, l’Associazione prevede la possibilità di tesserarsi, ottenendo oltre alla card fisica nominativa una serie di agevolazioni e benefici connessi alle attività promosse da Cortocircuito.


Per maggiori informazioni su qualsiasi aspetto, scrivere al seguente indirizzo email: staff.saviglianofilmfestival@gmail.com

 

Il direttivo

 

Paolo Tesio, 27/06/1990

Laureato in Ingegneria Energetica al Politecnico di Torino. Consulente tecnico per importanti realtà del settore immobiliare in uno studio tecnico saviglianese.

 
Lungometraggi preferiti:
    “Birdman” di Alejandro González Iñárritu, 2014
    “Fight Club” di David Fincher, 1999
    “Stand by Me – Ricordo di un’estate” di Rob Reiner, 1984
 
Cortometraggio consigliato:
    “We Can't Live Without Cosmos” di Konstantin Bronzit, 2015

 


 

 

 

Luca Orusa, 28/01/1996

Studente di Fisica presso l'Università degli Studi di Torino.

 
Lungometraggi preferiti:
    “Mulholland Drive” di David Lynch, 2001
    “Arancia meccanica” di Stanley Kubrick, 1971
    “Mommy” di Xavier Dolan, 2014
 
Cortometraggio consigliato:
    “The Alphabet” di David Lynch, 1968

 


 

 

 

Davide Barberis, 31/10/1988

Laureato in Comunicazione Pubblica, d'Impresa e Pubblicità all'Università degli Studi di Torino. Responsabile gestione commesse presso il gruppo grafico e casa editrice L'Artistica Savigliano S.r.l..

 
Lungometraggi preferiti:
    “Il favoloso mondo di Amélie” di Jean-Pierre Jeunet, 2001
    “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, 1994
    “La donna che visse due volte” di Alfred Hitchcock, 1958
 
Cortometraggio consigliato:
    “Nuit Blanche” di Arev Manoukian, 2011

 


 

 

 

Jacopo Barbero, 26/08/1998

Studente di Scienze Linguistiche con indirizzo Comunicazione e Media presso l’Università Cattolica di Milano. Tra i vincitori del Concorso Scrivere di Cinema – Premio Alberto Farassino 2016, scrive articoli e recensioni di cinema.

 
Lungometraggi preferiti:
    “2001: Odissea nello spazio” di Stanley Kubrick, 1968
    “The Tree of Life” di Terrence Malick, 2011
    “Mulholland Drive” di David Lynch, 2001
 
Cortometraggio consigliato:
    “Doodlebug” di Christopher Nolan, 1997

 


 

 

 

Caterina Bertolini, 03/01/1997

Studentessa di Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Torino.

 
Lungometraggi preferiti:
    “Le pagine della nostra vita” di Nick Cassavetes, 2004
    “Gran Torino” di Clint Eastwood, 2008
    “La freccia azzurra” di Enzo D'Alò, 1996
 
Cortometraggio consigliato:
    “We Can't Live Without Cosmos” di Konstantin Bronzit, 201

 

 

 

 

Matteo Botta, 01/09/1997

Studente di Medicina e Chirurgia presso l'Università degli Studi di Torino.

 
Lungometraggi preferiti:
    “C'era una volta in America” di Sergio Leone, 1984
    “Sonatine” di Takeshi Kitano, 1993
    “Oldboy” di Park Chan-wook, 2003
 
Cortometraggio consigliato:
    “Jack-Jack Attack” di Brad Bird, 2005

 


 

 

 

Christian Crosetto, 19/04/1988

Analista programmatore presso la Maggioli S.p.A. – divisione Sipal, software finalizzato alla Pubblica Amministrazione locale.

 
Lungometraggi preferiti:
    “L'infernale Quinlan” di Orson Welles, 1958
    “Jules e Jim” di François Truffaut, 1962
    “Mommy” di Xavier Dolan, 2014
 
Cortometraggio consigliato:
    “Paperman” di John Kahrs, 2012

 

 

 

 

Vittorio Giordano, 19/01/1997

Studente di Ingegneria Biomedica presso il Politecnico di Torino.

 
Lungometraggi preferiti:
    “Mommy” di Xavier Dolan, 2014
    “Le avventure acquatiche di Steve Zissou” di Wes Anderson, 2004
    “Alien” di Ridley Scott, 1979
 
Cortometraggio consigliato:
    “La luna” di Enrico Casarosa, 2011

 

 

 

 

Lorenzo Sanino, 05/10/1996

Studente di Giurisprudenza presso l'Università degli Studi di Torino.

 
Lungometraggi preferiti:
    “Il grande Lebowski” di Joel Coen, 1997
    “8 ½” di Federico Fellini, 1963
    “Pulp Fiction” di Quentin Tarantino, 1994
 
Cortometraggio consigliato:
    “Bedhead” di Robert Rodriguez, 1991